Letto con contenitore o senza? La guida alla scelta

Gli ambienti, soprattutto quelli delle case più moderne, presentano un problema da non sottovalutare: la mancanza di spazio, che rende difficile la sistemazione di vari elementi.

Tuttavia, con pochi e semplici accorgimenti, anche questo ostacolo può essere superato. Tra le soluzioni rientra, senza dubbio, il letto contenitore, un sistema pratico e funzionale che, negli ultimi anni, sta avendo molto successo.

In commercio ne esistono davvero di tantissimi stili e modelli (dal più classico al più minimal e moderno) adatti a qualunque budget. Ovviamente, il costo dipenderà principalmente dal tipo di materiale adoperato, dalle dimensioni e dal meccanismo che viene utilizzato per l’apertura del contenitore.

Numerosissimi sono i vantaggi dell’acquisto di un letto contenitore:

  • È versatile: in quanto si adatta a qualunque tipologia di materasso (a molle, in lattice o in memory foam) e a qualunque dimensione del letto stesso (singolo, matrimoniale o una piazza e mezza). Di conseguenza, se si è già in possesso di un materasso, l’unico passo da fare sarà quello di acquistare la struttura letto.
  • È spazioso: riesce a far guadagnare spazio, grazie alla sua capacità di contenere numerosi oggetti, facendo posto, all’interno degli armadi o delle cassettiere, a elementi di primaria necessità.
  • È ordinato: un letto contenitore è l’elemento che permetterà di organizzare al meglio gli spazi, mantenendo sempre in ordine la camera. Al suo interno, infatti, possono essere riposte coperte, lenzuola, asciugamani o cuscini, avendoli sempre a portata di mano.

Adesso che abbiamo elencato i vantaggi del letto contenitore, dobbiamo soffermarci sui diversi modelli presenti sul mercato:

  • Con apertura inclinata o laterale: questa tipologia di letto è caratterizzata da un’apertura frontale, ma è possibile richiederla anche laterale. La modalità di apertura è caratterizzata da pistoni a gas che permettono di alzare facilmente il materasso.
  • Con apertura verticale/orizzontale: anche questo modello presenta dei pistoni a gas, che aiutano il sollevamento del letto orizzontalmente. Questa tipologia è davvero molto pratica, poiché si potrà utilizzare anche lo spazio al di sotto della testata del letto, in cui è posto il meccanismo. Inoltre, permetterà di sollevare il materasso fino all’altezza del bacino, favorendo la pulizia e il rifacimento del letto.
  • Con cassettoni: questo modello non presenta meccanismo di apertura a gas ma si basa sull’utilizzo di cassettoni, riposti al di sotto del materasso. Questi letti, a differenza di quelli precedentemente elencati, sono meno pratici e richiedono maggiore spazio per l’apertura dei cassetti, ma si mantengono molto meglio nel tempo e sono davvero semplici da aprire.

4 Comments

  • Sorcha Marv Randene on 31 Luglio 2020

    Viel Glück in Ihrem Blog, wie ich weiterhin regelmäßig zu folgen. Sorcha Marv Randene

    • reattiva on 10 Agosto 2020

      Vielen Dank!

  • Dottie Gaspard Mor on 10 Agosto 2020

    Su blog es un éxito, muy completo. Ahhh cuando la pasión está ahí, todo es 🙂 Dottie Gaspard Mor

    • reattiva on 10 Agosto 2020

      Muchas gracias.

Leave a Reply